Togliere il disturbo?

Franco Portelli

Youcanprint

Nuovo

Prezzo: 3,99 €

La scuola italiana è quella descritta dalla Mastrocola nel suo ultimo libro "Togliamo il disturbo"? L'autore ha vissuto l'esperienza della lettura di quel libro come una grande "provocazione". Si può scegliere di "togliere il disturbo", rassegnarsi a pensare di fare il proprio dovere, limitandosi a spiegare e interrogare. La naturale conseguenza di questo modo di affrontare il problema è pensare che la scuola non funziona più, che i ragazzi pensano ad altro e la "cultura" non attrae. C'è però un altro modo di affrontare la "questione": accettare la sfida e credere che quel problema può diventare la più grande opportunità di cambiamento per la società. Ogni figlio, ogni alunno, guardandoci ci chiede di essere aiutato a "camminare" verso ciò per cui vale la pena vivere. Non importa se è lì ad apprendere matematica, economia, diritto, italiano o religione. La domanda è sempre quella e la risposta va cercata all'interno della proposta contenuta in ciascun insegnamento. L'emergenza educativa - sostiene l'autore - non ha che fare con i figli o gli alunni ma con la scarsa presenza di autentici testimoni in grado di affermare, con il loro lavoro e la loro vita, che vale la pena vivere. L’insegnamento non può limitarsi allo svolgimento di una semplice lezione, non è un discorso, o il racconto di una teoria, ma è un’esperienza. Franco Portelli, è docente di discipline giuridiche ed economiche. Formatore e giornalista, ha collaborato dal 2003 con il Sole24oreScuola curando una rubrica mensile. Svolge dal 2004 attività sindacale. Ha pubblicato diversi volumi distribuiti, sull’intero territorio nazionale, dalla casa editrice FrancoAngeli, tra cui Vivi cent’anni e non un anno ripetuto cento volte (2002), Crescere con l’Etica (2003), Dalle 4 P alle 4 E del marketing (2005). Dirige l'Istituto di Ricerche per l'Economia Civile.

Questo eBook può essere letto su:


eBook con protezione? Segui le istruzioni: